"Ogni generazione ha il sacrosanto dovere di non depauperare le risorse della Terra, ma di proteggere e migliorare l'ambiente e gli ecosistemi da consegnare alle generazioni future"

APE / AQE:
Attestati si prestazione e qualificazione energetica

Che cos'è L'Attestato di Prestazione Energetica?

L'APE (attestazione di prestazione energetica) detto anche «targa energetica» riporta le informazioni sul consumo energetico in condizioni di esercizio standard di un edificio. Tale consumo identificato con il nome di indice di prestazione energetica, espresso in kWh/mq o mc, viene calcolato da un tecnico, il quale deve analizzare le caratteristiche del fabbricato quali:  strutture, consumi, metodi di produzione di acqua calda, impianto di raffrescamento e riscaldamento degli ambienti, eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile, ecc... L'attestato contiene anche i dati catastali dell'immobile, in quanto in molte Regioni si stà instaurando il così detto "Catasto Energetico".

 

Quando occorre redigere l'Attestato di Prestazione Energetica?

Va redatto in tutti i casi di trasferimento a titolo oneroso o gratuito di un immobile o unità immobiliare, ed anche in caso di nuovo contratto di locazione. Quindi nel caso si debba vendere la propria abitazione, stipulare un nuovo contratto di locazione, riportare un annuncio commerciale, è obbligatorio riportare l'indice di prestazione energetica globale dell'edificio o dell'unità immobiliare e la classe energetica corrispondente, così come contenute nell'attestato di prestazione energetica. 

L'APE va inoltre redatto in caso di nuova costruzione, o ristrutturazione importante, prima del rilascio dell'agibilità (Art.6, c.1 D.Lgs 192/05 int.L.90)

 

Che differenza c'è tra APE - ACE - AQE?

Prima della conversione in legge del D.L. 63/2013 nella L.90/2013, si redigeva l'ACE (attestato di certificazione energetica), dal 3 agosto 2013 si redige l'APE (attestazione di prestazione energetica), il quale quando sarà a regime con tutti i decreti attuativi, riporterà informazioni più complete e dettagliate sull'edificio. Per chi è già in possesso del vecchio ACE non cambia nulla, può continuare ad usufruirne per tutti i casi previsti dalla legge fino alla data di scadenza, dopodichè verrà sostituito dall'APE.

L'AQE (attestato di qualificazione energetica) è un attestato che va depositato in comune per l'ottenimento dell'agibilità/abitabilità nel caso di edificio di nuova costruzione o ristrutturazione importante, ed a differenza dell'APE che è redatto da un tecnico che non ha preso parte alla progettazione, l'AQE è redatto e asseverato dal progettista degli impianti e dal direttore dei lavori.

Libretto d'impianto:

L'articolo 6, comma 5, del Dlgs 192/2005 (modificato dal Dl 63/2013) dispone che i libretti di impianto «sono allegati» all'attestato di prestazione energetica.

Una nota del consiglio del notariato, specifica che l'espressione «allegazione» deve essere intesa nel senso che l'APE deve essere accompagnato nel tempo dai documenti necessari affinché possa essere verificata una delle condizioni cui è subordinata la validità dell'attestato. Il libretto di impianto è importante, ai fini dell'APE, perché la validità massima dell'attestato che è di dieci anni, salvo modifiche edili o impiantistiche,  è subordinata alla verifica dei controlli energetici dei generatori di calore (es.caldaie, ecc…). In caso di mancato rispetto di queste norme l'attestato decade il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui è prevista la prima scadenza non rispettata (per la periodicità dei controlli di efficienza energetica si veda DPR 74/2013 – Allegato A). Occorre pertanto distinguere tra l'esemplare dell'APE da consegnare all'acquirente o al conduttore, che va accompagnato da una copia del "libretto", e l'esemplare destinato ad essere allegato al contratto, che invece può essere privo del "libretto".

© Copyright 2013 - Maglione e Gava Ingegneria - P.Iva: 04927260267 - info@umstudio.it

  • Wix Twitter page
  • LinkedIn App Icon